Giugno 16, 2019

In un precedente articolo (Trasportino o kennel per cani: cosa è e come si usa) avevamo spiegato cos'è il trasportino e come far si che il nostro cane ci si avvicini ed entri senza problemi.

Il nostro amico Moreno Sartori, presidente della M&M Dog's Trainers A.S.D. ed educatore cinofilo, aveva iniziato a spiegare una delle tecniche utili per far sì che il cane potesse entrare nel kennel e rilassarsi. Il lavoro prevedeva l'eliminazione della porta e del "tetto" del trasportino, oggi oggi vedremo come far entrare il cane nel trasportino una volta messa al proprio posto la parte superiore dello stesso.

Al termine dell'articolo potrete vedere il video esplicativo.

E' molto importante ricordare che il trasportino non deve essere visto dal cane, nè dal padrone, come una punizione. Il kennel è utili per limitare la mobilità del cane in alcune situazioni, siano esse di sicurezza in caso di trasporto, oppure per far calmare il cane agitato in un determinato momento.

Una volta sistemato il trasportino con la parte superiore agganciata, dovremo cercare di invogliare il cane ad entrarci, per far questo potremo aiutarci con dei bocconcini che possono essere inseriti dentro al kennel. Potrebbe accadere che il cane non si fidi subito e non entri all'interno, ma esplori il trasportino piano piano, diamogli il tempo necessario per capire cosa deve fare e cosa sia lo strumento che si trova di fronte. Possiamo anche provare ad aiutarci proponendo il bocconcino dalla grata posteriore del trasportino. 

Dobbiamo far capire al cane che deve fare ciò che faceva con il trasportino aperto: entrare e girarsi senza uscire in retromarcia. Saranno necessarie più o meno ripetizioni, ma il tutto deve essere svolto con calma, senza far agitare il cane che potrebbe collegare all'esperienza una sensazione negativa. 

Appena il cane sarà entrato nel trasportino, dovremo premiarlo prima che esca, così da confermare la posizione desiderata. Potrebbe accadere che il cane manifesti gli atteggiamenti acquisiti nel passaggio precedente, quindi potrebbe sdraiarsi in una posizione rilassata, in questo caso dovremo elogiare il cane e premiarlo.

Per non creare ulteriore stress al cane, cerchiamo di non allontanarci troppo dal trasportino e continuare a premiarlo fino a quando mantiene la posizione che desideriamo. 

Quando ci rendiamo conto che il cane è tranquillo all'interno del trasportino, possiamo provare ad alzarci, rimanendo sempre vicini, lo premiamo se resta tranquillo nonostante il nostro movimento. Il passo successivo sarà quello di allontanarci un pochino dalla porta del trasportino, oppure di spostarci di lato, in una posizione in cui al cane sarà più difficile tenerci sotto controllo. Ricordiamoci di premiare sempre l'atteggiamento giusto.

Nel caso in cui il cane volesse uscire, lasciamoglielo fare, è giusto che sperimenti che in qualunque momento, almeno per ora, può uscire senza essere obbligato a rimanere all'interno. 


I passi successivi saranno quelli di inserire il cancello che chiuderà il cane all'interno del kennel e allontanarci dal cane, ma questo verrà spiegato nel prossimo video di Moreno Sartori. 

Ecco il VIDEO riassuntivo e contenente il lavoro dell'avvicinamento al trasportino con l'aggiunta della parte superiore.

 

Si fa presto a dire trasportino! Quando dobbiamo acquistare il trasportino, o kennel, per il nostro cane ci troviamo di fronte ad un'offerta quasi illimitata di articoli. Con questo articolo non voglio parlare di quale sia il trasportino migliore di tutti, ma cercare di fare chiarezza tra i tantissimi modelli che possiamo incontrare e l'uso che si può fare con ognuno, così da far scegliere a voi il trasportino migliore per le proprie esigenze.

Partiamo dalla distinzione tra trasportino rigido e trasportino morbido: il primo include tutti i tipi di trasportino fabbricati in plastica dura o metallo, per trasportino morbido si intende quello in stoffa, pieghevole (come la tenda da campeggio) o meno.

TRASPORTINO RIGIDO:

Il trasportino rigido può essere di plastica dura, con cancello sul lato corto o sul lato lungo. Questo tipo di trasportino è ottimo come cuccia in casa, o come strumento per il trasporto in automobile o nave e aereo (secondo i regolamenti delle varie compagnie deve rispondere a determinate caratteristiche). E' un modello che si può trovare per tutte le taglie, dal cane piccolo come il chihuahua, al pastore tedesco. Questo trasportino è a prova di morsi, le finestre lasciano passare l'aria, non avendo la grata su tutti e quattro i lati si garantisce la tranquillità del cane, che non è obbligato a tenere sotto controllo la situazione. Questo trasportino possiede una maniglia per il trasporto, in caso di cani di grossa taglia, si può attrezzare con delle rotelle, vendibili separatamente. E' possibile inserire delle vaschette per acqua e cibo.

Il costo di questo tipo si trasportino varia a seconda della grandezza e va dai 15€ ai 90 euro.

  

Altro tipo di trasportino rigido è quello realizzato interamente in metallo zincato o acciaio, è una vera e propria gabbia dalla quale il cane può osservare ciò che accade intorno. La maggior parte dei trasportini di questo tipo sono pieghevoli, la gabbia si costruisce senza fatica e possono essere trasportati ovunque quando vuoti. Anche questo tipo può essere utilizzato come cuccia casalinga, non si può muovere con il cane all'interno poiché non ha ruote, solamente delle maniglie nella parte superiore. Sono presenti una o due porte sia sul lato lungo che corto ed è possibile inserire una vaschetta per 'acqua o il cibo, il piano inferiore è estraibile per una più semplice pulizia, possono essere inseriti cuscini o tappetini per riparare dal freddo e per rendere più comodo il giaciglio. Questo modello è maggiormente utilizzato per cani di taglia medio-grande. Questo trasportino può essere diviso in due, creando lo spazio separato per due cani, attraverso una rete metallica.

Il costo varia dai 25€ ai 60 € a seconda della grandezza e del modello.

 

TRASPORTINO MORBIDO:

Il trasportino morbido può essere non pieghevole, oppure pieghevole.

Il trasportino del primo tipo è semirigido, realizzato in stoffa con fondo staccabile per la pulizia e griglie di aerazione. Solitamente viene utilizzato per cani di piccola taglia, facilmente trasportabili a mano (grazie alla maniglia presente nella parte superiore) o in spalla. Non è l'ideale per i cani che tendono a mordere la stoffa, il costo va dai 18€ ai 28€.

Il trasportino pieghevole è realizzato con dei montanti in metallo, che lo rendono stabile e robusto, ed una copertura in  nylon. Solitamente presenta due porte in rete, una sul lato corto e l'altra sul lato lungo, che si aprono grazie ad una cerniera. Alcuni tipi possiedono anche una tendina che può essere fissata in alto con del velcro, oppure rendere il trasportino buio, come se fossero delle piccole serrande. E' sfoderabile per poter permettere una pulizia totale.

E' utile per chi viaggia spesso e porta con sé il proprio cane, dal momento che questo tipo di trasportino può essere ripiegato e trasportato ovunque. Non è l'ideale per i cani che tendono a mordere la stoffa, poiché potrebbero rompere la rete o il nylon creando buchi. 

Anche questo trasportino è disponibile in varie misure, sia per cani di taglia grande che piccola.

Il suo costo varia, a seconda della grandezza, dai 19€ ai 70€.

  

  

 

Spero di aver fatto chiarezza sulle tipologie di trasportino esistenti e essere stata utile per quanto riguarda il loro utilizzo. A voi la scelta!

 

 

 

Prima notte con il cucciolo, cosa fare?

Premesso che, secondo me, il cane dovrebbe dormire sempre in casa, è assolutamente sconsigliato farlo dormire all'esterno la prima notte che passerà nella nuova casa e con la nuova famiglia.

Dobbiamo pensare che il cucciolo si troverà da solo per la prima volta, in un ambiente che non conosce, con odori e rumori nuovi. Ovviamente non tutti i cani sono uguali, ci saranno cuccioli a cui non importerà nulla di essere in un posto nuovo, altri che si dispereranno. La mia dobermann appena arrivata a casa non mostrò nessun tipo di timidezza o timore, mi ricordo ancora come ispezionò l'ambiente con fierezza e senza indugi! Per la notte accadde lo stesso, non fece un fiato, se non per avvertirmi che stava per fare pipì, mentre il mio primo cane (Akim) da cucciolo pianse le prime due notti disperato.

La prima notte il cucciolo dovrebbe dormire nella nostra stessa camera, magari in un trasportino che ricorda una tana e in cui si sentirà protetto e al sicuro, ma andranno bene anche dei cuscini giganti, una cuccia aperta davanti oppure uno scatolone, sempre aperto sul davanti. Questo perché nel momento in cui inizierà a piangere per la paura di essere solo in un posto che non conosce, potremo tranquillizzarlo senza problemi. Non esageriamo con le coccole, basterà mettere una mano vicino a lui e fargli sentire la nostra voce, il cucciolo capirà che di noi si può fidare, che lo proteggiamo e non corre pericoli.

All'interno della cuccia dovremo mettere una coperta o qualcosa di morbido su cui il cucciolo potrà accoccolarsi per dormire. Molti educatori consigliano di inserire dei peluche o un oggetto che abbia l'odore della sua vecchia famiglia. Per mia esperienza il peluche non è stato un deterrente per i piagnistei di Akim, con la doby non ho usato peluche o altro e lei ha dormito comunque beata, è anche questione di carattere.

Passate le prime notti, potremo anche portare la cuccia fuori dalla nostra camera, se abbiamo deciso che lì non deve stare, all'inizio la sposteremo fuori dalla porta, che resterà aperta, man mano che passeranno i giorni ed il cucciolo si sarà ambientato, potremo portarla anche in un'altra stanza. 

      

Latest Tweets

Conference Event WordPress Theme -> 2 New Home Added #wordpress #event #conference #wordpresstheme #themeforest… https://t.co/RnzM5q7gY7
SEO Agency WordPress theme updated with 2 New Homes. #wordpress #seo #agency #digitalmarketing #seoagency… https://t.co/9C9PiW7HDq
Insurance Agency WP Theme updated with One Click Demo Installation. #WordPress #agency #insurance #theme… https://t.co/xw6bItqaS5
Follow Themewinter on Twitter
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati