Maggio 25, 2020

La poesia di Trilussa sul gatto ed il cane. In fondo all'articolo troverete il video della poesia recitata da Aldo Fabrizi.

 

ER GATTO E ER CANE

Un Gatto Soriano 

diceva a un Barbone:

"Nun porto rispetto

nemmeno ar padrone

perchè all'occasione

je sgraffio la mano;

ma tu che lo lecchi

te becchi le botte:

te mena, te sfotte, 

te mette in catena

còr muso rinchiuso

e un cerchio còr bollo

sull'osso der collo.

Secondo la moda

te taja li ricci,

te spunta la coda...

Che belli capricci!

Io, guarda: so un Gatto, 

sò un ladro, lo dico:

ma a me nun s'azzarda

de famme 'ste cose..."

- Er Cane rispose:

"Ma io... je so amico!"

 

I cani migliorano la vita

Febbraio 21, 2020

Molti studi sono stati fatti sui benefici che gli animali domestici, ed in particolar modo i cani, abbiano sulla vita delle persone.

Gli ultimi studi rivelano come il possedere un cane diminuisca i rischi di una morte per malattie cardiovascolari e come chi ha avuto un infarto o un ictus abbia il 31% in più di possibilità di vita se possiede un cane. 

Gli studi condotti in Svezia, e i successivi del 2019 pubblicati sul giornale dell'American Heart Association "Circulation", sono stati effettuati su uomini e donne di età compresa tra i 40 e gli 80 anni per dodici anni. Le cartelle cliniche di queste persone sono state tenute sotto controllo, ed è risultato che le persone che possedevano un cane e vivevano da sole avevano ridotto del 36% il rischio di morte per malattie cardiovascolari rispetto alle persone sole che non possedevano un cane. 

Anche gli studi condotti da Erika Friedmann, e pubblicati sulla rivista "Science", hanno condotto agli stessi risultati: le persone anziane operate alle coronarie, ma che vivono con un cane hanno dimostrato una sopravvivenza del 40% maggiore rispetto al gruppo di controllo con le stesse caratteristiche, ma che non possiedono un cane. 

La vicinanza di un cane aumenta i livelli di ossitocina, l'ormone del benessere. Questo ormone è importante poiché diminuisce la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca, aumenta la funzione immunitaria e la tolleranza al dolore, migliora le capacità sociali, diminuisce lo stress, la rabbia e la depressione. La diminuzione dello stress è dovuta al fatto che l'ossitocina diminuisce il cortisolo, l'ormone dello stress.

Altri studi sono stati condotti proprio sulla funzione immunitaria che hanno i cani: vivere con un cane, o un gatto, durante il primo anno di vita del bambino riduce la possibilità di avere allergie agli animali domestici e riduce il rischio di asma. Secondo lo studio pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology, i neonati che vivono con i gatti ed i cani hanno minori rischio di asma, bronchiolite e polmonite infantili.

Inoltre, i cani aiutano a mantenersi in forma, lo studio finanziato dal National Institute of Health su oltre 2.000 adulti ha rivelato che le persone che passeggiano regolarmente con i proprio cani, detti "dog-walking", fanno molto più esercizio fisico di chi un cane non lo possiede, mentre le persone tra i 71 e gli 82 anni che possiedono un cane, camminano più velocemente, sono più agili e attivi rispetto ai coetanei senza cane. 

Per concludere, i cani aiutano anche nelle relazioni sociali, prendersi cura di un cane comporta delle azioni quotidiane che si legano ai processi di relazione, socializzazione e benessere emotivo. Anche in questo campo sono stati condotti degli studi che confermano come le persone con un cane ricevono più sorrisi ed interazioni con i passanti rispetto a chi non lo possiede.

Esperimenti di questo tipo potremmo eseguirli anche noi, durante la nostra quotidianità, facendo caso al numero di interazioni che abbiamo quando usciamo senza il nostro fedele amico a 4 zampe, e quando siamo in sua compagnia. I risultati vi stupiranno!

  

 

Nell'estate del 2018 due scienziati svedesi del Center of Palaeogenetics di Stoccolma, Love Dalén e Dave Stanton, hanno scoperto un cucciolo perfettamente conservato tra i ghiacci della Siberia.

Solamente alla fine del 2019 la scoperta è stata resa nota dal centro di Stoccolma.

 

Dogor, questo il nome del cucciolo, che in lingua yakuta significa "amico", è stato datato al Carbonio -14, ed è risultato essere molto antico, risale a 18 mila anni fa. Fino ad ora gli scienziati non sono riusciti a capire se il cucciolo sia di lupo o cane, l'ipotesi più accreditata è quella che possa essere un antenato comune alle due specie. Altro dubbio, la causa della morte. 

La scoperta è molto interessante poiché in quel periodo ci furono le modificazioni genetiche tra lupi e cani, quindi questo cucciolo, chiamato Dagor, che il , potrebbe essere il primo cane più vecchio del mondo, ma anche un lupo dell'epoca.

Gli studi sull'origine della domesticazione dei cani sono diversi, ognuno deduce conclusioni differenti, Dagor potrebbe essere l'emblema dell'inizio della domesticazione dei cani.

Sta di fatto che il ghiaccio della Siberia ha mantenuto intatto il cucciolo, con tanto di pelo, baffi, ciglia e denti. Una scoperta sensazionale che ci aiuterà a capire di più sulle realtà passate.

Gli scienziati hanno in programma di eseguire altri test genomici su Dagor, per poter scoprire il più possibile su questo piccolo essere e sulla sua provenienza.

 

Le fratture dentali dei cani sono spesso sottovalutate dai padroni e da alcuni veterinari, invece occorre farci molta attenzione dal momento che potrebbero portare ad infiammazioni, necrosi, ascessi e fistole.

I denti del cane possono subire dei traumi e rompersi, questo può accadere durante il gioco, a causa di un incidente o masticando oggetti troppo duri. Solitamente i denti maggiormente colpiti dalle fratture sono i canini, ma spesso anche il primo molare mandibolare ed il quarto premolare mascellare possono subire questo danno.

Le fratture dentali possono essere di due tipi: complicate o non complicate, dipende se c'è o meno l'esposizione della polpa, ossia la parte vascolarizzata del dente. La diagnosi può essere effettuata con la visita clinica del cavo orale, ma solo con l'indagine radiografico si può avere la certezza del danno e, successivamente, capire come agire a livello terapeutico.

La diagnosi non è semplice perchè i cani non manifestano il dolore facilmente quindi, a meno che non ci siano tumefazioni visibili o fistole, possiamo capire che qualcosa non va quando il cane non ha voglia di giocare, di mangiare (disoressia) oppure se è infastidito al tatto o se mostra scialorrea (salivazione eccessiva). In questi casi è consigliata la visita dal proprio medico veterinario.

Una volta accertata la frattura, si deve intervenire.

Le fratture non complicate vengono trattate levigando lo smalto e cercando di prevenire infiammazioni o irritazioni pulpari (della polpa). 

Le fratture complicate, con esposizione della polpa, devono essere valutate caso per caso, poichè potrebbero dar luogo a gravi infiammazioni che portano alla necrosi, alla formazioni di ascessi e fistole, oltre a provocare infiammazioni che, con il tempo, aggredirebbero anche l'osso. Con fratture di questo tipo i batteri presenti all'interno della cavità orale, raggiungono la polpa dentale e provocano una pulpite, ossia un'infiammazione della polpa stessa. Successivamente vanno ad aggredire l'osso fino a portare a lesioni periapicali, ascessi e fistole. Le tempistiche variano a seconda delle difese dell'organismo e alla patogenicità della carica batterica.

Le fratture determinano dolore nel momento in cui si presentano, conseguentemente all'esposizione della polpa, poi il dolore si ripresenta quando si instaura la patologia.

Il trattamento di questo tipo di fratture è ormai di altissimo livello, paragonabile a quello utilizzato nell'ambito odontoiatrico umano. Si va da semplici ricostruzioni effettuate con un materiale del colore del dente (composito), fino ad arrivare a corone metalliche o in ceramica, realizzabili con un'unica seduta grazie alle tecniche di acquisizione computerizzata delle immagini e alla ricostruzione tridimensionale.

 Corona metallica

Le fratture dentali non devono, quindi, mai essere sottovalutate, le lesioni possono portare, oltre al dolore per il cane, anche gravi processi infiammatori ed infettivi.

 

Le informazioni contenute nell'articolo non devono sostituire il rapporto medico-paziente, si raccomanda di chiedere il parere del medico veterinario prima di mettere in pratica qualsiasi indicazione riportata.

 

 

 

In cinofilia non tutti i cani sono belli, sono le misure a dire se un cane lo è, oppure no. La bellezza del cane si valuta secondo quanto prescritto dagli standard di razza, standard che chiedono armonia delle forme e proporzioni specifiche per definire l'appartenenza di un soggetto ad una determinata razza. 

Ottenere un soggetto con forme armoniose non è semplice, per questo il mestiere di allevatore non è per tutti, occorre conoscere le linee di sangue dei cani per poter trovare il giusto accoppiamento caratteriale e conoscere benissimo gli standard per poter scegliere i genitori giusti, morfologicamente parlando. Ricerca assai tecnica e difficile. 

PROPORZIONI - La necessità di individuare le proporzioni per definire l'appartenenza o meno ad una razza sorse nel Settecento, gli standard nacquero per poter avere un modello di riferimento a cui confrontare le misurazioni. Per un giudizio corretto e scientificamente valido è necessario avere uno standard di riferimento.

STRUMENTI PER LE MISURAZIONI - Per misurare un cane, durante un'esposizione o per comparare le sue misure con quanto prescritto dallo standard, occorrono degli strumenti adatti: cinometro (per determinare l'altezza al garrese), metro a nastro (per misurare il perimetro del costato, della testa e del collo), compasso, o Nonio (per gli spessori e particolari lunghezze), goniometro (per misurare l'inclinazione dei raggi ossei), l'atrogoniometro (per misurare gli angoli) e la bilancia (per il peso).

Questi strumenti sono necessari per effettuare delle misurazioni il più precise possibile, anche se secondo molti esperti,alcune misurazioni sono quasi inutili, occorre limitarsi alle misure essenziali per la valutazione di pregi e difetti. 

MISURE - L'anatomista ed antropologo svedese Adolf Retzius (1796-1860) ed il suo collega francese Benjamin Broca (1824-1880), individuarono come metodo di giudizio le misure del cranio, stabilirono tre tipi di cranio: brachicefalo (cranio corto e rotondo), dolicocefalo (cranio lungo e stretto) e mesaticefalo (cranio ovale). Questa misurazione era però troppo generica e quindi furono introdotte altre misurazioni per avere un rapporto più dettagliato su ogni esemplare, così da poter contribuire a fissare il Tipo della varietà della razza.

Furono inserite moltissime altre misurazioni, come la lunghezza totale del corpo, la circonferenza del muso o della testa, molte di queste sono quasi inutili, come abbiamo detto poc'anzi, ma molte altre sono estremamente importanti, esse sono riunite nella tabella tipo del dottor Eug. Herout di Rouen, Segretario Generale dell'Association des Cynologues et Caniculteurs français, cinologo francese.

Le misurazioni si dividono in capitali, prese da un punto interosseo ad un altro; secondarie, come la lunghezza del tartufo, la larghezza delle orecchie ecc.

La tabella tipo del dott. Herout di Rouen prevede:

1 - Peso effettuato con la bilancia

2 - Altezza al garrese effettuata con il cinometro

3 - Gli spessori con il compasso 

4 - La lunghezza totale, della testa dalla cresta occipitale all'estremità del naso 

5 - Lunghezza del cranio, dalla cresta occipitale alla linea degli occhi

6 - Larghezza del cranio 

7 - Lunghezza del muso, dalla linea degli occhi all'estremità del naso

8 - Larghezza del torace con il metro a nastro 

9 - Altezza del torace, dal garrese allo sterno

10 - Larghezza del rene

11 - Lunghezza del tronco, dalla punta della spalla alla punta della natica

 

Pagina 1 di 13

Latest Tweets

Event Conference WordPress Theme updated with Tickets Selling & Multi Event Features. #conference #event #festival… https://t.co/iBrYVTZ0dl
The most stylish Isometric Educational theme now comes with #LearnDash demo. #LMS #education #wordpress… https://t.co/C3QIRV1r9b
RT @Javedakhtarjadu: So many killed , so many injured , so many house burned , so many shops looted so many people turned destitutes but p…
Follow Themewinter on Twitter
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati