Novembre 18, 2018

Piccolo angelo mio inconsapevole... Tu non sai, non puoi sapere le strane coincidenze che ti hanno portato qui, qui dove sei ora, su questa brandina dove riposi tranquillo e al sicuro, circondato dall'affetto della tua famiglia...
Te l'ho già detto che non ti volevo vero?
Quel giorno io non sono nemmeno entrata nel recinto dove c'eri tu, e poi ho fatto una scenata tremenda quando mi hanno chiesto di accarezzarti. Nel mio cuore non c'era un briciolo di posto per nessuno...
Però il destino aveva deciso diversamente.
E stasera più che mai ne ho piena consapevolezza... Stasera che una nuova delusione è andata ad aggiungersi a tutte le altre. Tu eri lì per me! Venti giorni prima chi occupava il tuo posto era andata via in silenzio, giusto in tempo per lasciare spazio a te.
Sono sicura che è stata lei a guidarmi verso di te... Lei sapeva che un cucciolo speciale aveva bisogno della nostra famiglia. Sapeva che qui avresti trovato un rifugio sicuro per il tuo futuro ancora incerto.

E stasera che ho avuto la prova che tu sei esattamente dove dovevi essere ancora mi sfugge il senso di chi riesce a commerciare esseri viventi alla stregua di oggetti...

 

Per leggere le altre puntate della serie "Vivere con un cucciolo di dobermann", clicca qui

La foto ci è stata donata da Sonia

BOWIE cresce a meraviglia! ... troppo velocemente direi, ormai viaggia sui 23 kg.
Diventa ogni giorno più bello, ha un mantello nero e lucente, iniziano a formarsi già i muscoletti e si intravede il meraviglioso esemplare che diventerà.

In casa è tranquillo, ha smesso di fare danni e ormai ha imparato a fare i bisogni fuori. È anche abbastanza indipendente, durante il giorno dorme giù quando noi siamo al piano superiore e viceversa. Questo mi ha incoraggiata a fare i primi tentativi per cominciare a lasciarlo solo in casa: ho iniziato ad allontanarmi nascondendomi in garage per periodi via via più lunghi.

Le prime volte l'ho trovato dietro la porta ad aspettarmi, quando ha capito che tornavo regolarmente ha preferito aspettare sulla sua brandina. Nel mentre il mio garage mi è stato molto grato perché finalmente ho allargato un varco nelle varie cianfrusaglie depositate. Anche a questo serve un cane, per rimettere ordine nelle cose dimenticate per anni. Quando mi sono sentita abbastanza sicura io e junior abbiamo studiato un piano per uscire da casa di nascosto da Bowie: mentre lui dormiva pesantemente (o almeno così sembrava a noi), comunicando a gesti e muovendoci al rallentatore ci siamo avviati verso l'uscita, al buio e nel silenzio assoluto.

Dopo aver coperto 10 metri in un quarto d'ora manco fossimo agenti della CIA in missione segretissima e comunicandoci a smorfie la soddisfazione per il traguardo raggiunto, ossia la porta di casa, mio figlio rompe il religioso silenzio: "Maaamma!?" e indica qualcosa alle nostre spalle... Bowie è praticamente appiccicato a noi! Ci ha tallonati per tutto il tempo silenzioso come un'ombra, manco un agente super addestrato per gli attacchi a sorpresa avrebbe saputo essere più invisibile di così!!! Un po' intimorita da questo piccolo fantasma nero che mi guarda con aria candida come a voler dire "beh, allora dov'è che si va?" realizzo che la sola cosa che ho ottenuto è far tacere mio figlio per un intero quarto d'ora.
Che, vi assicuro, non è impresa da poco!

 

La foto ci è stata donata da Sonia.

Per leggere le altre puntate della serie "Vivere con un cucciolo di dobermann", clicca qui 

Signori... qui la situazione si mette male per me!

Ho appena realizzato che adesso sono catastroficamente in minoranza: 3 maschi in famiglia!!! Devo studiare una strategia di sopravvivenza... 
A parte questo devo però confessare che malgrado abbia tentato in tutti i modi di oppormi all'acquisto di un maschio, Bowie mi sta sorprendendo piacevolmente... È molto collaborativo in casa: mi trasporta la biancheria da una stanza all'altra (soprattutto calzini e ciabatte!), mi aiuta a tenere pulitissimo il pavimento sotto la minaccia costante di ingurgitare alla velocità della luce qualsiasi oggetto caduto accidentalmente, ha capito immediatamente l'importanza del prelavaggio della lavastoviglie e si applica con meticolosa precisione nello svolgimento di questo compito, è riuscito in meno di un giorno a convincere junior a rimettere tutti i suoi giochi in ordine ed al sicuro sugli appositi scaffali (pena la distruzione degli stessi in un nanosecondo!) cosa che a me non è mai riuscita in anni di urla e punizioni coercitive! Vi pare poco?! E poi io sto smaltendo velocemente quelli odiosi chili che si accumulano normalmente durante le festività natalizie a furia di rincorrerlo su e giù per le scale tentando di salvare occhiali, guanti, berretti e tutto ciò che gli capita a tiro!


Ah, mi sta facendo persino risparmiare denaro, perché da quando c'è lui ho smesso di avere mal di testa tutti i giorni e ho riposto nel cassetto persino l' immancabile gastroprotettore...

 

Per leggere tutte le pagine del diario, clicca qui

La foto ci è stata donata da Sonia

Oggi la nostra Sonia ci ha scritto due righe sulla prima volta di Bowie dal veterinario, ecco come è andata!

 

Primo step: visita accurata dei nostri veterinari al cucciolo. Bowie è stato molto paziente ed ha manifestato un' alta tolleranza alle manipolazioni, ha solo cercato di addentare un paio di volte lo stetoscopio... ma è il minimo dopo che è stato rivoltato come un calzino per oltre mezz'ora!

 

Per leggere le altre pagine del diario, clicca qui

La foto ci è stata donata da Sonia

Latest Tweets

Conference Event HTML Template - New released https://t.co/vgF5mgzNoL https://t.co/aAq2DY0gNW
News Magazine #Joomla Template New release on #Themeforest https://t.co/f5w59DraSF https://t.co/QIe5KIw9Zh
@envato_help Dear ticket id: 1266898. No one answering the ticket. 2 days without a solution. Please, check.
Follow Themewinter on Twitter
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati