Settembre 20, 2020

Francobolli e cani: dal primo emesso al più costoso

Anche la filatelia ha reso omaggio ai cani, molte le collezioni emesse con protagonisti i nostri amici a quattro zampe, il primo francobollo raffigurante un cane fu emesso nel 1887 sull’isola di Terranova. Il muso in primo piano di un Terranova, la razza simbolo dell’isola, guardava chiunque acquistasse il francobollo da mezzo centesimo ed aprì alla serie tematica dedicata ai cani, una serie che conta moltissimi esemplari.

Come riportato sul sito de Il Collezionista, anche le isole vicino Terranova iniziarono a produrre francobolli con protagonisti i cani, nel 1955 il catalogo zoofilatelico di Gerolamo Spaziani classificava tre cani, il Terranova, l’Eschimese e l’Akita.

Un anno dopo anche San Marino emise una serie sulle razze canine, dando il via ad un processo allargatosi a dismisura, nel 1994 i protagonisti della serie Cani celebrano il pastore tedesco, il pastore maremmano, il dalmata ed il boxer.

    

Il primo francobollo italiano raffigurante un cane, un san bernardo con fiaschetta al collo, appare sull’appendici da 15 centesimi Cordial Campari, ma a margine.

Il valore delle collezioni variano in base al numero di esemplari, per esempio i due esemplari vaticani del francobollo Tobia sono quotati intorno ai mille euro, mentre il Terranova di Terranova p quotato poche decine di euro.

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Mercoledì, 10 Gennaio 2018 19:14
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati