Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.iltuocane.it/home/modules/mod_cookiesaccept/mod_cookiesaccept.php on line 24

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

La 29esima edizione del concorso "Il cane più brutto del mondo", che si è tenuto nei giorni scorsi a Petaluma, in California, ha visto trionfare Martha, un mastino napoletano di tre anni.

il cane più brutto del mondo del 2017La cucciolona ha, fin da subito, sbaragliato la concorrenza, altri tredici cani di tutte le razze e taglie. Durante la sfilata il pubblico è rimasto a bocca aperta alla vista di Martha che con i suoi 56 kg di bruttezza ha permesso alla sua umana, Shirley Zindler di aggiudicarsi il primo premio: 1.500 dollari e la possibilità di volare a New York per partecipare ad alcune trasmissioni televisive. 

I parametri di giudizio, per l'elezione del cane più brutto del mondo del 2017, sono state le caratteristiche fisiche e la reazione che hanno suscitato i cani nel pubblico.

Martha è stata salvata da Shirley e sottoposta a diversi interventi chirurgici per poterle far riacquistare la vista che stava perdendo.

E' vero, non sarà esteticamente bella, ma può contare sull'amore incondizionato della sua amica umana che le è stata vicino nei momenti più bui e dalla quale riceve un'infinità di amore, donandone altrettanto.

Ecco il servizio della GMA americana 

CERCA NEL SITO...