Dicembre 01, 2020

Il forasacco è la spiga della graminacea selvatica che, una volta seccata, si trasforma in un pericolo per il nostro cane o gatto. Queste piante sono pericolose poiché si infilano nella pelle dell'animale causando infezioni e, in casi gravi, la perforazione delle strutture scheletriche.

FORASACCO: IL PERCORSO ALL'INTERNO DELL'ANIMALE ED I SINTOMI

Le spighe del forasacco si infilano nella pelle, nel naso, negli occhi o nella bocca del cane e si fanno strada all'interno del corpo grazie alla loro conformazione e al movimento dell'animale. Le spighe del forasacco sono, infatti, rivestite da piccoli dentelli retrovolti che "sfruttano" il movimento del cane o gatto per scavare delle gallerie nell'animale stesso.

Spiga del forasacco

L'infezione a cui danno luogo si manifesta con sintomi quali arrossamenti, pus, dolore e gonfiori. Non sempre ci si rende conto in tempo del problema o si capisce il punto d'origine della penetrazione, occorre portare l'animale dal veterinario che provvederà ad ulteriori esami (anche ecografici) per individuare la posizione del forasacco e procedere all'estrazione.

FORASACCO NEL CANE: ESTRAZIONE

L'estrazione del forasacco può essere ambulatoriale, con delle pinzette apposite, oppure chirurgica, in anestesia totale.

Il forasacco può penetrare in varie zone del corpo del cane (o gatto): tra le dita delle zampe, nelle ascelle, nelle orecchie, nel naso o nell'occhio, a seconda del punto di origine della penetrazione occorrerà intervenire in modi differenti.

OCCHIO

Normalmente il forasacco si infila nella terza palpebra del cane o del gatto. Possiamo accorgerci della presenza d'elemento estraneo poiché l'animale presenterà un'intensa lacrimazione, fino alla fuoriuscita di pus nel giro di pochi giorni. Il forasacco provoca congiuntiviteerosioni o ulcere corneali che potranno guarire grazie a trattamenti specifici dopo aver eliminato il corpo estraneo.

ORECCHIO

Forasacco nell'orecchio del cane

Dal momento in cui il forasacco si insinua nell'orecchio, l'animale tenderà a scuotere la testa ripetutamente per provare a farlo uscire, così facendo però, sposterà il forasacco verso l'interno dove potrebbe addirittura perforare il timpano, più spesso provoca otiti molto serie. Capita che i cani tengano l'orecchio interessato abbassato. Quando ci accorgiamo della presenza del forasacco, occorre andare dal veterinario che potrà, attraverso l'esplorazione del condotto uditivo, verificare la posizione dell'elemento estraneo, toglierlo e valutare eventuali danni.

NASO

Quando un forasacco si inserisce nel naso del cane, questo inizierà a starnutire ripetutamente, spesso con fuoriuscita di gocce di sangue. Con gli starnuti ed i movimenti del cane, il forassacco potrebbe camminare lungo il condotto nasale ed arrivare all'orofaringe qui, può prendere due strade: essere ingoiato ed arrivare nello stomaco senza ulteriori problemi; fare avanti e indietro provocando infiammazioniinfezioni e rinorragia (sangue dal naso).

Raramente il forasacco può arrivare al polmone provocando polmoniti gravissime.

Per togliere il corpo estraneo dal naso è consigliabile recarsi dal veterinario il prima possibile.

BOCCA

Il forasacco può essere ingoiato inavvertitamente dal cane, la spiga potrebbe rimanere in gola, oppure insediarsi nella guancia o nella gengiva, andando a provocare un ascesso.

Se riesce a passare attraverso la bocca e la gola senza problemi, verrà ingoiato e arriverà allo stomaco senza provocare infezioni.

Forasacco nella gengiva del cane

FRA LE DITA

Il forasacco può anche infilarsi tra le dita del cane, bucando la pelle fino a creare delle "gallerie" all'interno della zampa. Il dolore ed il fastidio porteranno il cane alla zoppia ed a leccare ripetutamente la parte interessata.

Per eliminare il forasacco occorrono delle particolari pinzette, occorre fare molta attenzione a non lasciare delle parti della graminacea all'interno della zampa. Si consiglia sempre di recarsi dal veterinario che potrà effettuare un'ecografia per localizzare il forasacco, oltre a prescrivere una terapia adeguata.

Forasacco nella zampa del cane

NELLA CUTE

Spesso i forasacchi si attaccano al pelo dell'animale, specie se lungo, e si impiantano nella cute provocando delle ferite e creando ascessi. In questi casi il veterinario dovrà intervenire chirurgicamente.

 

FORASACCO: COME PROTEGGERE GLI ANIMALI 

E' difficile riuscire a proteggere il nostro cane o gatto dai forasacchi, si possono però mettere in atto degli accorgimenti per evitare che si insinuino nell'animale.

- Controllare il nostro cane dopo la passeggiata

- Spazzolare il cane ed esplorare le zone in cui potrebbe infilarsi il forasacco (inguine, ascelle, dita ecc.)

- Mantenere il pelo corto e "legare" le orecchie troppo lunghe con delle sciarpe per evitare che fungano da raccogli-erba

- Evitare che il cane infili il muso nei cespugli o annusi troppo spesso a terra

- Evitare le zone con erba alta o appena tagliata e lasciata seccare

 

Le informazioni contenute nell'articolo non devono sostituire il rapporto medico-paziente, si raccomanda di chiedere il parere del medico veterinario prima di mettere in pratica qualsiasi indicazione riportata.

© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati