Maggio 17, 2022

La RSV (Real Sport Victory) Global Italia è un'associazione sportiva dilettantistica che si occupa di cinofilia. Nasce nel 2019 per opera di alcuni cinofili stanchi della cinofilia nazionale nella quale si fa molta politica e si guarda poco all'animale cane e al mondo che gli gira intorno. 

La RSV Global Italia, il cui presidente è il Sig. Agatino Corvaia, è affiliata con la I.K.U. (International Kennel Union), una delle organizzazioni cinofile più numerose al mondo (con ben 40 nazioni affiliate), con sede a Mosca. La I.K.U. comprende un settore espositivo ed uno addestrativo, affidato al Sig. Daniel Bensusan Dunque. Le discipline sportive della I.K.U. sono TOP (l'utilità e difesa che adotta il regolamento internazionale pari all'IGP, quindi prevede la partecipazione ai cani provvisti di pedigree), IDT (prove di obbedienza e reattività aperte a tutti i cani, di razza e non), il Soccorso Sportivo con le discipline di ricerca di persone disperse (mentrailing), ricerca in superficie e sotto le macerie, e l'ultimo nato, il regolamento internazionale Athletic K9, specifico per le razze da presa, ma aperto anche ai cani non di razza. 

La RSV Global Italia quindi, nasce come alternativa italiana alla cinofilia "vecchio stile", che si occupa di esposizioni e addestramento, come afferma Marco Corvaia, segretario nazionale e coordinatore nazionale dei figuranti RSV: "Per venire incontro a tutti i soci stanchi del sistema cinofilo nazionale che non funziona, si a livello espositivo, che addestrativo". All'inizio la RSV nasce per il settore addestrativo poi, con l'arrivo del Sig. Stefano Bartolini, coordinatore del settore allevamento, giudice internazionale I.K.U. e allevatore, la RSV ha deciso di impegnarsi anche a livello espositivo, sempre rifacendosi al regolamento internazionale.

Abbiamo chiesto a Marco Corvaia perchè si dovrebbe scegliere la Real Sport Victory Global Italia, la risposta non lascia dubbi: "Perchè ci divertiamo con i cani, siano di razza o meno, perchè c'è trasparenza, perchè nelle manifestazioni vengono premiati i cani, e non gli allevatori, gli addestratori o i conduttori!"

Insomma, al centro della RSV c'è il CANE.

Inoltre, la Real Sport Victory vuole promuovere un sano e puro sport cinofilo, chi partecipa alle gare sportive RSV (Top 1-2-3, IDT 1-2-3, Soccorso Sportivo Traccia-Superficie-Macerie) ha la possibilità di far parte della squadra nazionale che rappresenta l'Italia durante gli eventi europei e mondiali, e non solo, la I.K.U. permette a tutte le società affiliate di creare un registro di iscrizione per tutti quei soggetti i quali non sono iscritti ad un libro origine.

Ma non è tutto, attraverso la RSV si possono frequentare dei corsi formativi I.K.U. ed essere abilitati come Formatori Cinofili Certificati, un'abilitazione riconosciuta a livello europeo che permette anche l'iscrizione all'albo del CONI. Sono promossi anche corsi per diventare giudici e figuranti.

La RSV è associata al CONI tramite la Opes Italia, e grazie a questo può organizzare le manifestazioni sotto tutela del Comitato Olimpico.

Dopo neanche un anno dall'affiliazione I.K.U., ad Ottobre 2020 è stato disputato il Primo Campionato Italiano RSV a Roma, nonostante la pandemia in corso i partecipanti sono stati numerosi e le giornate di gara si sono svolte nel pieno spirito sportivo.

Di seguito potrete vedere il video riassuntivo di questa bellissima competizione. 

Non è tutto, a maggio del 2021 verrà disputato il Campionato Internazionale I.K.U. del Mediterraneo che metterà in palio il Titolo Internazionale di Lavoro ed il Titolo Internazionale di Bellezza, un campionato che sottolinea l'importanza del lavoro svolto dalla RSV, come ci conferma Corvaia: "E' una vittoria organizzare, dopo appena un anno di affiliazione, un campionato internazionale in Italia, con Expo Internazionale, è un successo!".

Il Campionato sarà aperto a tutti coloro che vorranno partecipare, sia per il settore addestrativo che espositivo, per informazioni sulle iscrizioni www.rsvglobalitalia.it

 

I cani da soccorso sono utilizzati, negli Stati Uniti, per fiutare le falde acquifere inquinate

L'idea di addestrare i cani per questo scopo è venuta a due coniugi, Scott e Karen Reynolds, che hanno deciso di insegnare ai propri cani non solo a fiutare sostanze illecite contrabbandate negli aeroporti, ma anche le acque inquinate da agenti tossici. I due cani non sono stati addestrati partendo dal nulla, la selezione di alcune caratteristiche è stata lunga, fino a quando la ricerca ha portato a Sabl, un incrocio di pastore tedesco, che nel 2007 ha iniziato a lavorare nella famiglia Reynolds dopo essere stato salvato da un rifugio e a Logan, un incrocio di collie, arrivato due anni dopo.

I due animali hanno una predisposizione a una naturale curiosità nella ricerca, sono cani che amano l'acqua e riescono ad individuare odori particolari, per esempio quelli di sostanze tossiche o batteri, come è accaduto quando i due cani hanno individuato la presenza del batterio Escherichia Coli, responsabile di molte malattie. 

 

Nella famiglia Reynolds sono in arrivo altri esemplari, la selezione continua ha portato all'individuazione di altri due cuccioloni capaci di fiutare le acque inquinate. 

Il lavoro di umani e cani è importantissimo per scoprire in anticipo eventuali inquinamenti nei sistemi di scolo o nelle infrastrutture idriche negli Stati Uniti.

© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati