Ottobre 17, 2019

Le Vaccinazioni del cane: quando, perché e contro cosa farle

Vaccini per cani, è importante vaccinare il proprio cane prima di tutto per salvaguardare la sua salute, poi, perchè esistono malattie che possono essere trasmesse all'uomo, quindi meglio non correre rischi inutili.

 Il vaccino rafforza il sistema immunitario del cane, se il cucciolo ha avuto modo di assumere il colostro (il primo latte assunto) ha ricevuto dalla madre le difese immunitarie, sarà protetto per i primi mesi di vita dalle malattie comuni e potrà essere vaccinato intorno ai due mesi di vita.

Prima di effettuare la vaccinazione, il cane dovrà essere visitato da un medico veterinario che, in base ad età, razza, sesso e rischi legati all'ambiente in cui vive il cane, potrà decidere il protocollo delle vaccinazioni e compilare un libretto in cui saranno presenti le vaccinazioni eseguite (con date annesse), le date dei richiami, gli interventi terapeutici e diagnostici del cane. 

E' importante che il cane non sia malato prima della vaccinazione e non abbia contratto parassiti intestinali (si possono trovare attraverso l'analisi delle feci), altrimenti la vaccinazione potrebbe essere compromessa ed inefficace, è per questo che occorre effettuare prima la sverminazione.

vaccini per i cani possono essere: monovalentitrivalentipentavalenti e septavalenti, ovvero servono per contrastare 1,3,5 o 7 malattie. La scelta del vaccino (monovalente o polivalente) dipende dal medico veterinario.

Il veterinario dovrà, inoltre, mettere al corrente il padrone dell'animale delle vaccinazioni obbligatorie e di quelle facoltative, oltre che dei costi e delle tempistiche per effettuare i richiami, poiché per alcuni tipi di malattie, un solo vaccino non basta, occorre ripeterlo a distanza di tempo.

 

VACCINI OBBLIGATORI PER I CANI

Alcuni vaccini sono obbligatori per legge poichè è necessario tutelare non solo l'animale, ma evitare il diffondersi di epidemie. Occorre distinguere tra i vaccini obbligatori e quelli facoltativi che diventano obbligatori in alcuni casi (es. Vaccino della rabbia).

Vediamo quali sono i vaccini obbligatori per legge e le malattie da cui proteggeranno il nostro cane:

- PARVOVIROSI: la più nota gastroenterite emorragica, malattia ad alto contagio poichè si diffonde con le feci (trasmissione oro-fecale), i cuccioli sono più suscettibili all'infezione. L'incubazione è di 5-10 giorni ma il virus è presente nell'animale anche prima della manifestazione dei sintomi (diarrea, vomito, sangue nelle feci, dimagrimento, disidratazione sono i principali sintomi). La malattia è presente in tutto il mondo ma più comune negli ambienti e nelle stagioni calde ed umide.

Il vaccino si effettua a circa 8 settimane di vita (2 mesi) ed occorre il richiamo.

 

- CIMURRO: questo vaccino previene il Morbillivirus, che colpisce il sistema nervoso, respiratorio e gastroentecentrico del cane. Questa malattia si diffonde attraverso la saliva dell'animale infetto oppure, dal momento che produce scolo nasale ed oculare, attraverso le micro-gocce che si diffondono nell'aria. Il virus arriva poi nel sangue attaccando i vari apparati. Si può guarire dal cimurro ma il tasso di mortalità è comunque alto.

Il vaccino si effettua nei cuccioli già svezzati e nei cani adulti, anche in questo caso è necessario il richiamo.

 

- LEPTOSPIROSI: la malattia è batterica e può essere trasmessa anche all'uomo, è trasmessa da roditori, bovini e suini ed il contagio può avvenire direttamente (urina infetta) od indirettamente (cibo, acqua infetti). E' una malattia potenzialmente mortale, l'uomo può contrarla anche attraverso ferite o abrasioni nelle quali si insediano le leptospire. 

Il vaccino si effettua nel cucciolo dopo i due mesi e va ripetuto dopo 21 giorni per almeno tre volte. Il richiamo è consigliabile ogni 6 mesi.

 

- EPATITE INFETTIVA: malattia che può portare alla morte del cane, è causata dall'Adenovirus di tipo 1, il contagio avviene tramite saliva e secrezioni varie. La malattia è maggiormente presente nel centro e nord Europa e negli Stati Uniti.

Il vaccino viene eseguito a circa 3 mesi di vita del cane.

 

- TOSSE CANINA (TRACHEOBRONCHITE): la malattia colpisce le vie respiratorie. Il vaccino è compreso nel polivalente.

 

VACCINI FACOLTATIVI PER I CANI

Questi sono vaccini non obbligatori ma consigliabili oppure obbligatori solo in determinate situazioni come, per esempio, quando intendiamo partire con il nostro cane (molte compagnie di trasporto richiedono alcune vaccinazioni) oppure per viaggiare in alcuni paesi esteri. 

Ecco quali sono i principali vaccini facoltativi.

- RABBIAè una malattia infettiva che colpisce gli animali a sangue caldo, quindi anche l'uomo, al quale si trasmette attraverso il contatto diretto con la salva del soggetto malato attraverso una una ferita, di solito un morso (zoonosi trasmissibile in modo diretto). Il virus della rabbia, appartiene al genere Lyssavirus (famiglia delle Rhabdoviridae), la malattia conduce quasi sempre alla morte.I sintomi sono moltissimi e sempre differenti ma possono essere categorizzati con le alterazioni comportamentali.

Il vaccino è obbligatorio nei casi di espatrio nei paesi comunitari ed extracomunitari, così come previsto dalla normativa comunitaria. In questo caso dovranno essere vaccinati almeno 20 giorni prima della partenza. Solamente medici veterinari possono, presso ambulatori o cliniche veterinarie autorizzate, effettuare la vaccinazione antirabbica.

costi sono decisi da ogni singolo medico veterinario. Per maggiori informazioni occorre rivolgersi alla propria ASL di appartenenza e all'ambasciata del paese in cui si desidera andare.

In Italia dal 18 febbraio 2013 la vaccinazione antirabbica non è più obbligatoria neanche nelle regioni del Triveneto, secondo quanto deciso dal Ministero della Salute. 

Per saperne di più sulla rabbia cicca qui.

BORRELIA BURGDOFERI: porta ad una malattia che viene trasmessa dalle zecche, la malattia di Lyme, la vaccinazione è obbligatoria in quelle zone del mondo dove vi è un alto rischio di contagio.

Il vaccino viene effettuato ad almeno due mesi di vita, ripetuto dopo 21 giorni ed ha richiami annuali.

 - BORDETELLA: E' uno degli agenti che scatenano la tosse dei canili. Il vaccino è consigliabile se ci sono condizioni di sovraffollamento canino, ha una durata di un anno ed il cucciolo è già vaccinabile dopo aver compiuto 2 mesi.

 - CORONAVIRUS: virus non particolarmente contagioso, scatena eventi di gastroenteriti soprattutto nei cuccioli.

Il vaccino è consigliabile in situazioni di sovraffollamento o nei cani che vivono in ambienti poco salubri.

 - HERPES: Questo virus porta all’aborto o alla nascita di feti morti. E’ consigliabile negli allevamenti e nelle cagne che hanno presentato situazioni di infezioni durante il parto.

Il vaccino viene somministrato solo prima del parto, è molto costoso.

 - GIARDIA: La Giardia, è una malattia parassitaria del cane, del gatto, di altri animali e dell'uomo. E' causata dal parassita unicellulare (G.Lamblia) che può albergare nell’intestino tenue e dare vita all'infezione intestinale chiamata giardiasiIl sintomo più comune è la diarrea acuta.

Il vaccino è limitato alla riduzione dei sintomi ma non debella la malattia.

Per saperne di più sulla Giardia clicca qui

 

PROTOCOLLO VACCINAZIONI PER IL CANE CUCCIOLO

Il protocollo delle vaccinazioni obbligatorie nel di cane varia a seconda del medico veterinario che, visitando il cane, potrà stabilirne uno ad hoc per ogni soggetto.

In linea di massima ecco quando e contro cosa è consigliabile vaccinare il cane:

- Intorno ai 2 mesi di età viene effettuata la prima vaccinazione che comprende: cimurroparvovirosi, e l'antigene della Leptospirosi (sigla CEPL, vaccino tetravalente).

Dopo 21 giorni da questo primo vaccino va eseguito un vaccino pentavalente che comprende il vaccino per l’epatite infettiva, la parvovirosi, il cimurro, la leptospirosi (richiamo ogni sei mesi) e la parainfluenza

- Dopo altri 21 giorni va rifatto il vaccino pentavalente

- Intorno ai 4 mesi di età, se necessario, è possibile effettuare il vaccino contro la rabbia

Il medico veterinario deciderà circa i richiami dei vaccini per parvovirosi, cimurro, parainfluenza ed epatite infettiva che potranno essere effettuati ogni anno oppure ogni tre, mentre il vaccino per la Leptospirosi dovrà essere effettuato ogni sei mesi.

 

PROTOCOLLO VACCINAZIONI PER IL CANE ADULTO

Se il cane ha un'età superiore ai tre mesi di vita, il medico veterinario dovrà decidere il protocollo da seguire per poter proteggere al meglio l'animale, in linea di massima si procede in questo modo:

Viene effettuato subito il vaccino pentavalente contro Parvovirosi, Cimurro, Adenovirus, Leptospirosi, virus della Parainfluenza 

Dopo tre settimane si effettua il richiamo che verrà poi replicato ogni anno (oppure ogni 3 a seconda della decisione del medico veterinario).

 

COSTO DEI VACCINI

costi dei vaccini non sono fissi, ogni studio medico veterinario ha il suo tariffario che comprende, la maggior parte delle volte, la visita di controllo. In linea di massima la cifra varia dai 35€ ai 60€.

Sui vaccini dei cani credo di aver detto tutto quello che potrebbe servire a chi si avvicina per la prima volta al magnifico mondo dei cani.

Le informazioni contenute nell'articolo non devono sostituire il rapporto medico-paziente, si raccomanda di chiedere il parere del medico veterinario prima di mettere in pratica qualsiasi indicazione riportata.

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Venerdì, 27 Settembre 2019 11:27

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Latest Tweets

Do you remember when you joined Twitter? I do! #MyTwitterAnniversary https://t.co/ABeDbww12S
Education Conference and Food Festival variation added. #event #wordpresswebsite #theme https://t.co/DJIoXX6kpL https://t.co/FnFdbeTgtE
RT @jkawshar: Isn’t it beautiful? #WordCamp #WCDhaka https://t.co/Ch6PkhuDmJ
Follow Themewinter on Twitter
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati