Agosto 12, 2020

Cold Tail nel cane: sindrome della coda fredda, come riconoscerla

By Eleonora Giorgi Aprile 27, 2020 249
Cold tail sindrome della coda fredda Cold tail sindrome della coda fredda

La sindrome della coda fredda nel cane è un fenomeno sconosciuto ai più, quando ci si trova di fronte crea non poco allarmismo da parte dei proprietari.

COLD TAIL O SINDROME DELLA CODA FREDDA

Gli inglesi chiamano questa sindrome cold tail, o anche dead tail (coda morta) o broken tail (coda rotta), tutti questi nomi si riferiscono allo stesso evento.

Si tratta di uno spasmo dei muscoli sollevatori della coda che, a causa di un raffreddamento alla base della coda stessa, ne impediscono il sollevamento ed il movimento. La coda del cane appare rigida alla radice (circa 3-4 cm), per poi cadere flaccida, come morta (da qui uno dei nomi). Il cane non riesce a muoverla e prova dolore che può essere più o meno accentuato.

COLD TAIL: CAUSE E SINTOMI

La causa scatenante la sindrome della coda fredda è ancora sconosciuta, si ipotizza possa manifestarsi a seguito di un raffreddamento, a seguito di un bagno troppo freddo, della pioggia battente, oppure può essere causata da un'eccessiva attività fisica. Si ipotizzano queste cause poichè la sindrome colpisce spesso cani come i Terranova, i Golden Retriever o i Labrador, insomma quei cani utilizzati nel lavoro in acqua, ma non è raro che colpisca qualsiasi altro cane dotato di coda!

I sintomi della coda fredda possono manifestarsi subito dopo il raffreddamento, o anche dopo un giorno, l'episodio è acuto e improvviso e può presentare anche gonfiore alla base della coda.

COLD TAIL: CURA

Qualora dovesse accadere che il nostro cane venga colpito dalla sindrome della coda fredda non dobbiamo allarmarci, solitamente è un evento passeggero che si risolve nel giro di due settimane, nel caso però di dolori acuti è meglio andare dal veterinario che potrà valutare la situazione e prescrivere eventuali anti-infiammatori o antidolorifici. Alcuni veterinari si affidano all'arnica, antidolorifico naturale, ma prima di somministrare qualsiasi cosa al proprio cane chiediamo consiglio al medico veterinario.

IMPORTANTE: MAI UTILIZZARE FARMACI AD USO UMANO SUL CANE.

Altra cosa importante: NON MANIPOLARE LA CODA, solitamente viene istintivo provare ad allungare la coda o massaggiarla, nulla di più sbagliato, potremmo far aumentare il dolore.

Quando il proprio cane viene colpito da questa sindrome della coda fredda occorre tenerlo al caldo e a riposo. 

 

Come si presenta la coda del cane affetto da cold taill

 

COLD TRAIL: PREVENZIONE

Visto che le cause della cold trail non sono certe, ma sembrerebbe essere causata dal raffreddamento dopo un bagno o la pioggia abbondante, l'unico modo per prevenire questa sindrome è quello di asciugare bene il cane dopo un bagno o una passeggiata sotto la pioggia, soprattutto alla base della coda (e le orecchie per evitare otiti). E' raccomandabile l'uso del phon, al quale occorre abituare il cane fin da cucciolo.

Questa prevenzione è consigliata soprattutto per quei cani che hanno già sofferto di questa sindrome, poichè è facile alle recidive.

Non dimentichiamoci di asciugare il cane anche in estate, soprattutto se dopo il bagno dovrà entrare in macchina o in casa dove abbiamo l'aria condizionata accesa.

 

Le informazioni contenute nell'articolo non devono sostituire il rapporto medico-paziente, si raccomanda di chiedere il parere del medico veterinario prima di mettere in pratica qualsiasi indicazione riportata.

   

 

 

 

 

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Martedì, 19 Maggio 2020 11:22
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati