Settembre 22, 2020

Le razze canine - Il Terrier giapponese

By Eleonora Giorgi Febbraio 25, 2020 304

Il Terrier Giapponese (anche detto Nihon Teria) è una razza canina facente parte del Gruppo 3 Terrier, sezione 2 Terrier di piccola taglia (gamba corta), senza prova di lavoro, il cui standard è riconosciuto dalla FCI (Fédération Cynologique Internationale) con numero 259 / 20.01.1998.  Il terrier giapponese è un cane poco conosciuto e raro anche nella sua terra d'origine, il Giappone.

STORIA DEL TERRIER GIAPPONESE - Come moltissime altre razze, anche l'origine del terrier giapponese è incerta, l'ipotesi più accreditata vede la razza nata da un incrocio tra i cani giapponesi autoctoni e i cani che i marinai britannici ed olandesi portarono in Giappone durante le conquiste. Il terrier giapponese è probabilmente incrociato con una combinazione tra i cani da ferma, quali Fox Terrier e i Pinscher tedeschi (dai quali hanno preso il muso appuntito).

Questi cani erano apprezzati sia come cani da caccia ai nocivi, sia come cani da compagnia, furono infatti rinominati "cani da grembo" poiché amavano, e amano tuttora, accoccolarsi sul grembo del proprietario. 

Questa razza si sviluppò particolarmente vicino ai porti di Kobe, Nagasaki e Yokohama durante il 1600, solamente nel 1920 il Kennel Club del Giappone riconobbe questa razza e verso il 1930 venne definitivamente fissato il tipo. 

Dopo la Seconda Guerra Mondiale la popolazione di terrier giapponesi diminuì drasticamente.

CARATTERE DEL TERRIER GIAPPONESE - Secondo quanto descritto nello standard della FCI, il terrier giapponese ha un carattere vivace ed allegro, molto attivo e di facile addestramento, soprattutto se si praticano sport molto attivi, come l'agility o il disc dog. Occorre avere un approccio calmo e composto durante l'addestramento, questo tipo di cane è fiducioso, coerente e fermo durante il lavoro, non risponde bene ai trattamenti aggressivi o troppo impositivi. Il terrier giapponese non ha prove di lavoro, ma è adatto alla prova in tana o sopraterra, nel caso qualcuno voglia cimentarsi in uno sport diverso da quelli citati poco fa.

Cane molto intelligente ed affettuoso, nonostante la piccola taglia è un ottimo cane da guardia, poichè è sempre pronto a segnalare, abbaiando insistentemente, la presenza di un estraneo che si avvicina alla proprietà. Il terrier giapponese è un cane diffidente nei confronti degli estranei, ma mai aggressivo, va d'accordo con i bambini, ma purchè questi siano abbastanza grandi da sapere come rapportarsi con lui e sappiano rispettare l'animale. Con gli altri animali va d'accordo se allevati insieme fin da piccoli, potrebbe non andare d'accordo con animali piccoli quali conigli o cavie, poichè potrebbe inseguirli istintivamente. 

Gli esemplari di questa razza sono molto devoti al proprietario, spesso si affezionano morbosamente ad un componente del nucleo famigliare. Sono animali sensibili e delicati, un ambiente stressante potrebbe influire negativamente sul soggetto.

MANTELLO DEL TERRIER GIAPPONESE - Il terrier giapponese ha il pelo molto corto, circa 2 mm di lunghezza, sottile, liscio e setoso, di facile manutenzione. Il mantello del corpo è di colore bianco con chiazze nere o fuoco, la testa sempre nera o marrone, con chiazze.

STANDARD DEL TERRIER GIAPPONESE - Questo cane ha un corpo robusto, nonostante la sua piccola taglia (circa 30-33 cm al garrese), la coda è sottile, le orecchie sono piegate, ma diventano erette in situazioni di allerta. Gli occhi del terrier giapponese sono sempre scuri, di medie dimensioni e ovali. Il rapporto tra l'altezza al garrese e la lunghezza del corpo è 1:1, così come il muso ed il cranio (hanno stessa lunghezza).

Non soffre di particolari malattie genetiche, ma potrebbe riportare la lussazione della rotula, per questo occorre fare molta attenzione alle articolazioni durante la crescita, vista la loro voglia di saltare e correre.

L'aspettativa di vita di un terrier giapponese p di circa 14 anni. 

 

   

 

FCI Standard N° 259 / 20.01.1998

TERRIER GIAPPONESE ORIGINE: Giappone

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.06.1995

UTILIZZAZIONE: Cane da compagnia

CLASSIFICAZIONE F.C.I.: Gruppo 3 Terrier Sezione 2 Terrier di piccola taglia (gamba corta) Senza prova di lavoro

ASPETTO GENERALE: Cane di piccola taglia, d’aspetto brillante con un profilo nettamente disegnato e compatto. Il pelo è molto corto, di circa 2 mm di lunghezza

PROPORZIONI IMPORTANTI: • Altezza al garrese/ lunghezza del corpo = 1 : 1 • Muso e cranio hanno la stessa lunghezza

COMPORTAMENTO – CARATTERE Il Terrier Giapponese è un cane svelto, di temperamento vivace

TESTA REGIONE DEL CRANIO: Cranio piatto e moderatamente stretto Stop non troppo marcato

REGIONE DEL MUSO: Tartufo nero con una canna nasale diritta Labbra sottili e aderenti Denti forti e bianchi, con chiusura a forbice Guance asciutte, e non rigonfie Occhi moderatamente grandi, di forma ovale e di colore scuro Orecchi attaccati alti, moderatamente piccoli, sottili, a forma di V e ricadenti verso l’avanti; ma possono essere portati piegati e sorpassare lateralmente il bordo del cranio 

COLLO moderatamente lungo, forte, diventa più consistente verso le spalle. Esente da giogaia

CORPO Garrese ben rilevato. Dorso corto e fermo. Rene e groppa leggermente arcuati e potenti. Torace ben disceso, senza che il petto sia troppo largo. Costole ben cerchiate Ventre ben retratto

CODA moderatamente fine; tagliata alla terza o quarta vertebra

ARTI ANTERIORI Spalle gentilmente inclinate. Avambraccio diritto, con l’ossatura non troppo pesante

POSTERIORI Coscia lunga. Ginocchio moderatamente angolato Garretto moderatamente angolato Metatarso verticale

PIEDI con dita ben chiuse, cuscinetti elastici. Unghie dure e preferibilmente scure

ANDATURA leggera ed agile

MANTELLO PELO corto, liscio, denso e brillante

COLORE tricolore con testa nera, fuoco e bianco; il bianco del corpo può presentare macchie nere, chiazze nere o fuoco

TAGLIA Altezza per maschi e femmine: circa 30 -33 cm

DIFETTI Qualsiasi deviazione dai punti di cui sopra dovrebbe essere considerata difetto, e la severità con cui va considerata deve essere in proporzione alla sua gravità, e ai suoi effetti sulla salute e sul benessere del cane. • Leggero enognatismo o prognatismo • Cane bicolore

DIFETTI ELIMINATORI • Pelo lungo • Enognatismo o prognatismo molto grave. Ogni cane che presenti chiaramente anomalie fisiche o comportamentali, sarà squalificato.

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

 

Se questo sito vi piace e volete darmi una mano nell'aggiornamento costante, acquistate dal link qui sopra! Grazie.

 

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Martedì, 25 Febbraio 2020 11:29
© 2018 IlTuoCane.it - Tutti i Diritti Riservati